Post più popolari ultima settimana

Post più popolare ultimo mese

martedì 8 agosto 2017

Rassegna Stampa - 2 agosto 2017


I NODI. La Regione riconosce il rilievo della stagione lirica e rinnova il finanziamento. Riunione della Giunta Sboarina

Arena, 600mila euro da Venezia per il rilancio della Fondazione
Il sindaco: «Avviati i contatti con Rfi per la Tav: il central park nelle opere compensative». I biglietti omaggio venduti per beneficenza

mercoledì 02 .08. 2017 CRONACA, p.12

Da Venezia in arrivo 600mila euro per la Fondazione Arena. La Giunta regionale, nella seduta di ieri, ha deliberato, su proposta dell'assessore alla cultura Cristiano Corazzari, di assegnare alle Fondazioni Arena di Verona e Teatro La Fenice di Venezia, delle quali la Regione è socio fondatore, risorse per 1,2 milioni di euro per la partecipazione all'esercizio finanziario 2017. Dopo che il sovrintendente Giuliano Polo ha annunciato il «risanamento», con addirittura un utile di 367mila euro nei conti del consuntivo 2016, arriva quindi un'altra buona notizia per la Fondazione lirica.«Riconoscendo la straordinaria rilevanza dell'offerta culturale in ambito nazionale e internazionale dell'Arena e de La Fenice», spiega l'assessore regionale, «siamo riusciti anche quest'anno a riservare a ciascuna Fondazione la cifra di 600mila euro, che rappresenta un importante aiuto finanziario, soprattutto in considerazione delle gravi difficoltà derivanti dalla forte contrazione delle risorse pubbliche disponibili in questo settore, a causa soprattutto dei continui tagli dei trasferimenti dello Stato». E sottolinea: «Il Veneto è l'unica regione italiana che può vantare la presenza di due Fondazioni liriche nel proprio territorio: due realtà molto diverse tra loro, per la specificità della loro storia e della loro programmazione».

CENTRAL PARK. Intanto, all'uscita dalla riunione di giunta di ieri, il sindaco Federico Sboarina, insieme all'assessore all'urbanistica Ilaria Segala, ha annunciato l'avvio dei contatti con Rfi per la trasformazione in un parco pubblico dell'ex scalo merci della stazione di Porta Nuova. «È uno dei progetti cui teniamo di più e nell'incontro con l'ingegner Facchin, commissario straordinario per il Corridoio 1 dell'alta velocità», afferma Sboarina, «abbiamo cominciato a riprendere in mano la progettualità dell'ingresso in città da nord della Tav, con il raddoppio della linea, progetto collegato a quello della galleria del Brennero, opera sulla quale si indica con certezza l'apertura nel 2026». «In questo ambito», continua l'assessore Segala, «nel masterplan delle opere compensative possiamo ragionare sull'inserimento del Central park allo scalo merci».

TRASPARENZA. Nella riunione di giunta, inoltre, si è parlato della costituzione della Commissione per la trasparenza e la legalità, altro tema forte del programma elettorale di Sboarina. «Già la prima commissione consiliare permanente ha questa delega», spiega il sindaco, che ribadisce la volontà di coinvolgere anche i candidati sindaci degli altri schieramenti eletti in Consiglio.Alla commissione, la giunta vuole, tuttavia, affiancare anche uno speciale «comitato per la legalità e la prevenzione della corruzione» con compiti consultivi, propositivi e di sensibilizzazione sul tema della legalità in collaborazione con l'assessorato alla Cultura. «A questo organismo esterno», fa sapere l'assessore ad Anticorruzione e trasparenza, Edi Maria Neri, «inviteremo a partecipare, ovviamente a titolo gratuito, magistrati in pensione, docenti universitari e personalità con il compito di tenere alta l'attenzione sulle questioni della legalità».


BIGLIETTI. E a proposito di trasparenza, il sindaco Sboarina fa sapere che nella prossima riunione di Giunta sarà predisposta una specifica delibera per l'istituzione di un fondo speciale, dedicato alla lotta alla povertà, con il ricavato della vendita dei 132 biglietti a serata in Arena, in occasione degli spettacoli extra-lirica, finora distribuiti a titolo di omaggio.

Nessun commento:

Posta un commento